Piamprato - Colle Larissa

Questa tappa permette di scoprire angoli poco frequentati...

Caratteristiche
Località partenza: 
Piamprato
Quota partenza: 
1550 m
Località di arrivo: 
Colle Larissa
Quota arrivo: 
2606 m
Segnavia: 
630
Dislivello: 
1056 m
Lunghezza: 
6,4 km
Difficoltà: 
E - escursionistico - Vedi la scala delle difficoltà
Tempi di percorrenza: 
Andata: 3.30 - Ritorno: 2.00
Scarica
Tracciati: 
Tracciati: 
Punti di appoggio: 

posto tappa GTA non gestito, al fondo del paese, sulla sinistra per chi arriva da Valprato
locanda Aquila Bianca (www.locandaaquilabianca.it) dispone di due camere per un totale di otto posti letto, oltre ristorante/bar, mentre negli adiacenti prati si ha disponibilità di un'area attrezzata per agri-campeggio
Hotel "Il Giaset", in fraz. Piamprato, tel (0039) 347-87183445 sito web www.pianeta-neve.it/hotel

Piamprato si raggiunge percorrendo fino al fondo la SP 47-48 che risale la Valle Soana. All’inizio della Frazione è presente il parcheggio dove lasciare l’auto.

Attraversare la Frazione seguendo l’unica stradina principale che la percorre. Usciti dall’abitato si proseguire sulla strada sterrata che attraversa i primi prati per poi costeggiare il T. Piamprato.

 

Vista aerea della conca di Piamprato dopo l’evento alluvionale dell’Ottobre 2000 (ripresa eseguita dal C.N.R.  I.R.P.I. di Torino, elaborazione grafica Dott. M. Balestro)

 

Superato il bivio per Colle della Borra si prosegue lungo la pista percorrendo alcuni tornanti, per costeggiare la Grange Prariond e poi proseguire, ignorando la deviazione sulla destra che sale agli impianti di risalita, fino ad un piccolo parcheggio a quota 1730 m. Da qui si prosegue su sentiero attraversando un lariceto per giungere sui pascoli delle Grange Ciavanassa. Qui potrete eventualmente recarvi al Rio sulla sinistra per un rinfrescante diversivo nel caso vogliate approfittare della piscina naturale presente al margine inferiore del pascolo.

Raggiungere la Grange Ciavanassa (1815 m, 0h55’) aggirandola sulla destra. Percorrendo sul margine, un lariceto, si giunge ad un secondo fabbricato (1865 m) per poi piegare a sinistra verso l’incisione del Rio della Reale. Risalito il versante sulla sinistra idrografica si passa sotto una parete di roccia per poi sbucare in un ampia valletta glaciale dove, sulla destra idrografica, è presente la Grange la Reale (m. 2096, 1h45’) che si raggiunge attraversando il Rio per poi risalire sui pascoli fino all’alpeggio.

Ripresa la salita sui pascoli si raggiungere la parte superiore del vallone che diviene decisamente più ampio. A monte del sentiero è presente una vecchia miniera di piombo argentifero e calcopirite coltivata fin dall’antichità.

Raggiunto il fondo della valletta nivale il sentiero piega a destra e, dopo aver attraversato il Rio, riprende a salire per scorgere, sulla destra, il Lago La Reale.

Il sentiero piega ora nuovamente sulla sinistra per raggiungere, dopo gli ultimi tornanti, il Colle Larissa.

Dal Colle è possibile la discesa al Rifugio Dondena (2193 m), in Valle d’Aosta, per il sentiero n. 6, che ripercorre i tratti residui dell’antica strada reale di caccia, in gran parte distrutta con le piste di servizio realizzate durante la costruzione dell’elettrodotto.