Sci di fondo

Pratica intesa come attività fisica non competitiva e svolta in maniera compatibile con il contesto ambientale, con momenti differenziati in base alle abilità nell’uso degli sci di fondo e con la possibilità di noleggiare l’attrezzatura presso la sede organizzativa dalla pista. Tale pratica prevede la possibilità di osservazioni naturalistiche che potranno essere rielaborate in momenti di ritrovo del gruppo.

 

 

ORGANIZZAZIONE

dove
in tutte le valli del Parco

quando
gennaio - marzo

durata dell'attività
Da uno a più giorni con possibilità di pernottamento in strutture ricettive ovvero, per la valle Orco, presso il centro Educazione Ambientale del Parco a Noasca.

n. max partecipanti
un gruppo classe per volta (max 25 partecipanti).

costi prevedibili
La valutazione del costo dell’attività è strettamente legata alla richiesta che la scuola effettuerà in termini di luogo, durata e tipologia di struttura ricettiva.

IL CENTRO EDUCAZIONE AMBIENTALE DI NOASCA
A Noasca (1.100 m slm) è a disposizione delle scolaresche un centro educazione ambientale con 56 posti letto, ristorante e aula didattica attrezzata con collezioni, attrezzature scientifiche, biblioteca e materiali  didattici. Per chi volesse svolgere un percorso educativo su più giorni, è consigliata la prenotazione della struttura, perché i ragazzi possono dormire, mangiare e svolgere tutte le attività senza doversi spostare e con la facilitazione di avere a disposizione tutto quanto occorre per approfondimenti scientifici sui temi trattati.

LE GUIDE E GLI EDUCATORI
Tutti i progetti del Parco sono organizzati e gestiti da personale altamente qualificato, sia per gli aspetti organizzativi e di segreteria per i rapporti con le scuole, sia dal punto di vista didattico-educativo, sia dal punto di vista dell'accompagnamento e della sicurezza in montagna.

PER INFORMAZIONI E CONTATTI
Società La Stella Alpina, incaricata dal Parco della gestione delle attività didattiche. Tel. 0124/659574 -lastellaalpina@tiscali.it

Area tematica: 
sport e natura